Home / Torte decorate / Torta Oceano

Torta Oceano

Questa monumentale torta è stata un’impresa emozionante e impegnativa… Il negozio di acquari Oceano ha compiuto ben 40 anni di attività. Non a caso, è uno dei più antichi di Roma, e ancora oggi si distingue per i suoi incredibili lavori artigianali e totalmente personalizzati. Alessia e Claudio sono i proprietari e sono due persone veramente speciali!

Ebbene, per il fatidico giorno, era stata organizzata una bella festa a sorpresa per l’anniversario di “OCEANO”, tutto ciò ad insaputa di Claudio, altrimenti che festa a sorpresa sarebbe stata?!? Così Alessia ed Emiliano, si sono dati da fare perché tutto filasse liscio, invitando i Clienti, allestendo un buffet e, ovviamente, ordinando una torta! E qui sono entrata in gioco io! Emiliano già mi conosceva per un precedente ordine che aveva avuto un gran successo, così si è presentato da me con le idee ben chiare, portandomi un progetto da lui disegnato, ricco di dettagli e puntuali richiami ad immagini e video che mi sono stati consegnati contestualmente. Tantissimo materiale, forse pure troppo! E così mi sono messa a studiare, visto che ero piuttosto a digiuno sul mondo degli acquari! Rispetto al progetto (che troverete tra le foto) ho apportato piccole modifiche di ordine pratico e, prima di partire con la lavorazione, ho reperito tutti i materiali necessari per poter avere un quadro completo del l’insieme già da subito. Alla fine sarebbe nata la mia creazione più imponente: quasi 80 cm di altezza per 45 cm di larghezza, oltre 12 kg di peso, luci led, pesci, alghe, scogli, radici e un accogliente protagonista! Il tutto su 3 livelli, che ora andrò ad illustrarvi…

La torta, in sostanza, avrebbe rappresentato un viaggio nella storia di Oceano, partendo dal basso fino ad arrivare al topper. La base, particolarissima, è identica al pavimento del negozio, davvero unico grazie ad un doppio fondo e ad alcune piastrelle trasparenti che fanno intravedere sotto di esse della sabbia corallina e splendide conchiglie. Sulla base/pavimento poggia il primo strato, non mangiabile, che riproduce un tipico acquario marino anni ’70, con le classiche cornici e il coperchio color legno marino, da notare l’immancabile collo d’anfora spara bolle! Per far letteralmente “entrare” i destinatari della torta nel mondo di Oceano, ecco le mitiche porte blu, ancora oggi visibili all’ingresso del negozio, riprodotte con tanto di foglio trasparente che simula i vetri (stesso materiale usato sopra le nicchie del pavimento).

Il secondo livello è quello mangiabile, ho scelto un impasto compatto e una farcitura asciutta perché l’aspetto doveva essere squadrato e sorreggere il peso del Topper. Così ho usato la Spogecake alla vaniglia con strati alternati di ganache fondente e crema di latte con gocce di cioccolata. Ho alternato i due strati perché solo col fondente sarebbe stata troppo asciutta e solo con la crema di latte troppo morbida. Così sono riuscita a bilanciare la corposità e a variare il gusto. Questo strato racconta l’evoluzione del negozio che comincia a lavorare sempre più con le vasche d’acqua dolce. Da notare la scelta di un blu più chiaro per l’acqua, una richiesta precisa di Emiliano: dagli anni ’70 ai giorni nostri, infatti, gli impianti d’illuminazione hanno fatto passi da gigante in termini di resa qualitativa, l’acqua quindi ha sempre un aspetto più brillante e cristallino man mano che si sale con i livelli della torta.

Quella dell’ultimo livello, che riproduce un paludario con il suo mobile in legno laccato bianco, è in effetti molto chiara proprio per simulare gli effetti della recente tecnologia a led. Per i profani come me (!), un paludario è un acquario al di sopra del quale viene realizzata una zona aerea 3D destinata a piante palustri, anfibi, rettili, ecc.  E qui è arrivata un’altra richiesta di Emiliano (come se non bastassero già i 200000 dettagli da modellare!!) ovvero inserire nel coperchio del paludario due luci a led vere e proprie, azionabili all’occorrenza. Che impresa! Ma, dopo averci ragionato un po’, sono riuscita ad accontentarlo, rendendo il coperchio apribile e mettendo a dimora nel topper due pratiche lucine a led da bici. A chiudere, la ciliegina… una scultura che riproduce Claudio mentre accoglie i suoi amici a braccia aperte, mentre sta in piedi accanto ad una delle massime espressioni delle sue capacità artigianali.

Arrivato il giorno della consegna, ho scelto di occuparmene personalmente, anche perché la torta doveva viaggiare con gli strati separati e poi essere assemblata nelle vicinanze del negozio, con tutti i dovuti accorgimenti. Viaggio OK, assemblaggio OK, sono le 18.30 e bisogna consegnarla a Claudio. Emiliano si è immolato e ha deciso di trasportarla lui in strada. Io lo seguivo sostenendolo moralmente, così come Alessia, che nel frattempo continuava a dirmi: “non credo ai miei occhi”. Ad aprirci le storiche porte blu di Oceano è stato proprio Claudio, che dopo aver visto uno splendido disegno preparato dalla sua bimba ed aver salutato la moglie Alessia si è trovato davanti quest’opera monumentale! Una sorpresa davvero riuscita, le emozioni sono forti e ben visibili sul suo viso. Stupore, meraviglia, gioia. In realtà siamo tutti piuttosto emozionati, non fosse altro per i quasi 30 giorni di gestazione del progetto e dell’intera festa a sorpresa.

Da quel momento e fino a sera inoltrata il negozio ha ospitato decine e decine di affezionati Clienti, amici recenti e di vecchia data, parenti, i due precedenti proprietari di Oceano e perfino titolari di altri negozi di acquari accomunati dalla stima per Claudio. Emiliano mi ha raccontato che la torta ha letteralmente catalizzato l’attenzione di tutti i presenti, molti dei quali erano scioccati dall’incredibile somiglianza fra Claudio in carne ed ossa e il suo clone in pasta di zucchero, nonché dalla dovizia di dettagli. È stata lì per ore, fotografata e rifotografata da decine di smartphone. Nessuno aveva cuore di tagliarla. Poi è arrivato il momento e… anche il ripieno ha fatto centro!

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

Scroll To Top